Succhi & Frutta

Sono tanti i genitori che mi capita di incontrare e che mi confermano di far fare merenda ai propri bimbi con un succo di frutta.

Ma davvero un succo può sostituire la frutta? Be di certo la frutta è un alimento più scomodo da portare con se, ma siamo veramente sicuri di dare dei prodotti sani ai nostri bambini?

Solitamente un succo di frutta è costituito da acqua, purea di frutta (che normalmente è compresa tra il 30% e il 50%), zucchero, sciroppo di glucosio – fruttosio e antiossidanti.

Precisiamo che nelle etichette gli ingredienti vengono indicati in ordine quantitativo decrescente, quindi l’acqua è il componente principale con a seguito una purea di frutta. Subito dopo abbiamo: zucchero, sciroppo di glucosio (trattasi di zucchero), fruttosio (zucchero anche questo, oltre a quello già presente nella purea di frutta) e un antiossidante che permette alla purea di non annerire. In alcuni casi vengo aggiunti addirittura aromi. Be non pensate che forse in un brick di succo ci sia un po’ troppo zucchero?

Cosa può portare ciò?

Il nostro cervello in seguito ad un consumo eccessivo di zuccheri produce dei mediatori chimici che apportano una sensazione di benessere che ci porta ad essere “dipendenti” da zuccheri tanto da avvertire il continuo bisogno di volerne ancora. Questo capita in tutti noi, immaginate che effetto può avere su di un bambino che con un solo succo ha introdotto la razione di zuccheri necessaria al suo fabbisogno!

Senza considerare che mangiare un frutto fresco dona maggiore sazietà, si introducono vitamine, sali minerali e l’apporto di fibra migliora il transito intestinale.

Ridurre lo zucchero vuol dire ridurre, soprattutto, il rischio di andare incontro ad obesità infantile e diabete (sindrome che sempre più spesso si presenta ad un’età inferiore rispetto a qualche decennio fa).

Allora date un’occhiata alle etichette e magari da domani preferite un centrifugato o un frullato di frutta fatto in casa e quando i bimbi hanno sete siate sempre presenti semplicemente con acqua, specie se sono reduci da una bella e divertente lezione di rugby.

A cura di Maria Teresa Nivuori, Biologa Nutrizionista

Resta in contatto con Drola Junior
Iscriviti alla newsletter, e ricevi tutti gli aggiornamenti sui nostri corsi e sulle nostre iniziative direttamente nella tua mail!
Iscrivendoti, dichiari di aver preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per le finalità connesse alla fornitura del servizio.

Nessun commento ancora

Lascia un commento